Guida autonoma, così Citroën la porterà sulle sue vetture

Funzionalità sempre più indirizzate a incrementare il comfort di guida

Citroen guida autonoma – Il Double Chevron è coinvolto negli sviluppi del programma AVA del Gruppo PSA che in casa Citroën porterà sempre più funzioni di guida autonoma tenendo in primo piano gli obiettivi di un’altra strategia fondante del marchio, basata sulla massimizzazione del comfort a 360 gradi: il Citroën Advanced Comfort.

Così come Peugeot e DS, anche il marchio Citroën beneficerà molto presto dei progressi del programma AVA (Autonomous Vehicle for All) lanciato dal Gruppo PSA e lo farà all’insegna dell’attenzione al comfort, caratteristica peculiare del Double Chevron.
A spiegare meglio il tipo di declinazione che avrà l’implementazione del programma AVA in Citroën sono le parole della direttrice del marchio, Linda Jackson: “L’attenzione al confort è la caratteristica di Citroën. Con il programma Citroën Advanced Comfort, Citroën apre una nuova era, proponendo un approccio globale e moderno al confort. Al centro del programma lo studio di funzioni di assistenza alla guida intuitive, per migliorare il benessere e la sicurezza del conducente nelle situazioni di guida quotidiane. Queste rappresentano un primo passo concreto verso il veicolo autonomo, preannunciato con il prototipo Grand C4 Picasso AVA, dal confort apprezzato da tutti quelli che l’anno provato”.
Il Double Chevron punta a offrire un comfort sempre maggiore, comfort che non si limita ad attenuare le imperfezioni della strada o alla comodità dei sedili, ma che comprende tutta una serie di elementi che incrementano notevolmente il piacere di viaggio a bordo di una Citroën. Tra questi ci sono sospensioni, insonorizzazione, illuminazione ambientale, abitabilità, spazio, versatilità e facilità d’uso, tutti elementi sui quali poggia il programma Citroën Advanced Comfort.
Sono fondamentalmente quattro gli obiettivi del programma Advanced Comfort di Citroën: proteggere gli occupanti dai disturbi esterni, rendere facile la vita a bordo, garantire la serenità mentale derivante da un’accurata organizzazione e visualizzazioni delle informazioni al conducente e offrire una facilità d’uso dell’auto e delle sue dotazioni attraverso una tecnologia intuitiva che coinvolge anche le funzionalità di aiuto alla guida.
Proprio su quest’ultimo punto si concentrano i primi sviluppi del programma AVA, con Citroën impegnata ad evolvere i sistemi di assistenza alla guida. Nell’attuale gamma del Double Chevron, dalla compatta city car C1 alla grande monovolume SpaceTourer, sono già presenti diversi dispositivi che automatizzano alcune funzioni e che rappresentano un primo passo concreto verso l’auto a guida autonoma.
Nello specifico, a seconda dei diversi modelli, la gamma Citroën offre già numerosi sistemi di assistenza alla guida che incrementano la sicurezza e facilitano le operazioni di guida, come il l’Active Safety Brake, il regolatore di velocità adattativo con funzione stop, il sistema attivo di sorveglianza dell’angolo morto, le funzioni di avviso attivo di superamento involontario della linea di carreggiata e il riconoscimento dei segnali di limitazione della velocità. A rendere agevoli invece le manovre più complicate ci pensano tecnologie come il Park Assist, che può essere abbinato al sistema Vision 360°, che consente al conducente di demandare all’auto le stressanti manovre di parcheggio.